Un week-end di Pasqua ben carico per il TCS

Vernier, 30 marzo 2016. Molti svizzeri hanno trascorso il week-end pasquale all’estero. In tale periodo, la centrale d’intervento del TCS è stata parecchio sollecitata. Quasi 3'500 sono stati gli interventi di soccorso per panne in Svizzera e 250 in Europa e, per chi ha avuto problemi di salute (malattie, incidenti), l’Assistenza alle persone del TCS ha proceduto a 15 rimpatri.

29 marzo 2016

625'000 sono i soci del Club che beneficiano delle prestazioni del Libretto ETI del TCS: la maggiore assistenza viaggi annuale della Svizzera. Essa risponde, di regola, ad un numero importante di domande d’assistenza in particolare durante il periodo pasquale. Quest’anno, nel solo week-end, numerose sono state le richieste di soccorso. In questi giorni sono state eseguite 40 valutazioni mediche, delle quali per 15 casi è stato necessario procedere al rimpatrio sanitario. 

Soccorso stradale in Europa

Il TCS ha ricevuto 250 richieste d’assistenza dall’estero. Alcune riparazioni, per guasti o incidenti, non hanno potuto essere eseguite sul posto; queste auto saranno rimpatriate al più presto in Svizzera dall’Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Paesi balcanici. 

Successo dei voli low-cost: meno guasti sulle strade

Come evidenziato dal nostro sondaggio l’anno scorso, molto più spesso, svizzeri e residenti nel nostro Paese preferiscono l’aereo per recarsi nelle destinazioni europee preferite, sia per dei City-breaks, mai anche per chi ritorna nel paese d’origine per passare la Pasqua in famiglia. Di conseguenza, le panne automobilistiche in Spagna, Italia e Portogallo sono meno degli anni scorsi. Per contro, le domande di rimborso in seguito all’annullamento del viaggio sono in aumento.

Quest’anno, il recente sciopero dei controllori di volo in Francia, dei treni in Italia e i tragici attentati di Bruxelles hanno provocato non pochi problemi di mobilità per chi intendeva recarsi in questi Paesi.

 
Condividere
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.