Pattugliatori in bici elettrica in quattro città svizzere

Forte dell’esperienza fatta lo scorso anno a Ginevra e Zurigo, la TCS Patrouille E-Bike estende la propria attività a Losanna e Basilea, per rispondere meglio alle richieste d’intervento nelle città.

01 maggio 2018

Nel 2017, i dodici pattugliatori del TCS in bici elettrica hanno percorso oltre 5'650 km sulle vie di Zurigo e Ginevra, per assistere i soci del Club. Un mezzo d’intervento ecologico ed efficace nell’area urbana che ha consentito di effettuare, tra maggio e settembre, oltre 600 interventi di assistenza con una riuscita record del 97%. Forte di questa esperienza, la Patrouille ha deciso, quest’anno, di implementare questo sistema anche nelle città di Basilea e Losanna. 

Foto
 

Pratico ed efficiente

Il ricorso alla bicicletta elettrica lenta (assistenza limitata a 25 km/h) ha permesso di raccorciare il tempo d’intervento, ovviando alla densità della circolazione e agli accessi limitati per i veicoli, garantendo un servizio efficiente. Nel rimorchio, al traino della bicicletta elettrica, il pattugliatore ha gli utensili e il materiale d’intervento necessari per far fronte alla maggior parte delle panne. Con l’aiuto del booster, il pattugliatore può far ripartire la batteria con i cavi di avviamento (ca il 50% delle panne), effettuare una diagnosi del motore, regolare problemi al motorino di avviamento/alternatore, cambiare una ruota, aprire la portiera quando le chiavi sono state dimenticate all’interno dell’abitacolo ed eseguire diverse riparazioni meccaniche, per permettere all’automobilista di ripartire con il proprio veicolo. 

Formazione e organizzazione adeguata

Una dozzina di pattugliatori volontari supplementari ha seguito dei corsi per padroneggiare meglio la bici elettrica con rimorchio e per rinfrescare le loro conoscenze sulle regole di circolazione sui ciclisti. Parallelamente, l’unità operativa Assistenza ai veicoli ha adeguati i propri processi a livello di centrale d’intervento e di ripartizione degli interventi. Novità di quest’anno: le bici elettriche dei pattugliatori sono state equipaggiate con un sistema di localizzazione delle auto in panne come quello usato nei veicoli. Fissato sul manubrio, questo sistema ha il vantaggio di poter assegnare l’intervento, tenendo conto della posizione geografica della bicicletta elettrica del pattugliatore ed accelerare e garantire un risparmio di tempo. 

Renato Gazzola
Renato Gazzola
Telefono +41 79 686 08 80
Condividere
Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.