Incubo in cabina

Ginevra, 29 settembre 2015. Per chi viaggia in aereo, nel momento di preparare la valigia può nascere qualche grattacapo. Alcune compagnie aeree, introducendo diversi piani tariffari, hanno inasprito o modificato le restrizioni in materia di bagagli a mano. Per viaggiare serenamente, il TCS consiglia agli utenti, prima di pagare il biglietto, di valutare le diverse possibilità e confrontare attentamente le condizioni generali.

29 settembre 2015

Negli ultimi anni, le compagnie low cost del settore dell’aeronautica non hanno smesso di crescere grazie a offerte sempre più attraenti e a prezzi imbattibili. Da un sondaggio, realizzato l’estate scorsa dall’istituto Link per conto del TCS, emerge che sono molti gli svizzeri che viaggiano in aereo (oltre il 45% dei Romandi parte in vacanza con questo mezzo di trasporto). La moda di viaggi brevi, le tariffe per il trasporto dei bagagli e il crescente aumento dei passeggeri hanno indotto, questi ultimi, a utilizzare sempre più il bagaglio a mano. Per questa ragione, le compagnie aeree hanno rafforzato le direttive sul trasporto dei bagagli, per evitare ritardi all’imbarco e introducendo, di conseguenza, dei costi supplementari. Vi sono quindi alcuni elementi importanti da prendere in considerazione al momento della preparazione di un viaggio.

Dimensioni e peso standard

In linea generale, ogni compagnia aerea ha le proprie regole. Tuttavia, la IATA (Interna¬tional Air Transport Association) raccomanda ai Paesi europei di adottare una politica comune in materia di bagagli a mano, definendo dimensioni e peso massimi da rispettare: 10 kg per un bagaglio di 56x45x25 cm, ruote e maniglie incluse. Queste misure variano da vettore a vettore, pur senza discostarsi molto dalle dimensioni indicate.

Costi supplementari

Il non rispetto dei limiti imposti dalle compagnie può tradursi in costi supplementari per i passeggeri. Le compagnie stesse non esitano a far lievitare i prezzi quando un bagaglio a mano dev’essere imbarcato nella stiva. Per evitare questi costi supplementari, prima di partire si consiglia di esaminare le condizioni generali della compagnia disponibili su internet.

Come scegliere un buon bagaglio a mano

Tra la miriade di modelli di bagagli a mano presenti sul mercato, è essenziale che il consumatore scelga quello che rispetti le regole delle diverse compagnie aeree. Oltre al peso e alle dimensioni, un fattore importante è la durata e la resistenza del materiale esterno della valigia, che può essere in tessuto o rigido. Un bagaglio a mano rigido resisterà più a lungo gli urti; importante è anche la solidità delle cerniere: questi elementi tendono a logorarsi rapidamente con l’uso. Scegliere, inoltre, un bagaglio con ruote robuste, scorrevoli e silenziose. Si consiglia all’atto dell’acquisto di fare un controllo di questi elementi.

Nel test TCS, in cui sono esaminati in dettaglio sei modelli di bagagli a mano (con prezzi da 40 a 250 franchi), possiamo conoscere le diverse valutazioni date dai nostri esperti. Dei modelli testati: uno ha ottenuto la menzione «eccellente», tre modelli sono «molto consigliati» e due «consigliati». È quindi possibile acquistare un bagaglio a mano a un prezzo abbordabile con un buon rapporto qualità-prezzo. Altre informazioni su: prezzi, dati tecnici, punti vendita, punti forti e deboli di ogni bagaglio a mano possono essere scoperti nel nostro test.

Il test è disponibile al seguente indirizzo:
https://www.tcs.ch/it/test-consigli/tutti-i-test/accessori-auto/bagaglio-a-mano.php

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring