10.04.2018

Scioperi: cosa bisogna sapere



10 aprile 2018

Uno sciopero del personale di Lufthansa ha provocato l’annullamento di oltre 800 voli a destinazione di quattro aeroporti tedeschi. Questo fatto ha coinvolto anche molti viaggiatori svizzeri. Una situazione che si ripresenterà a breve e a più riprese in Francia, sia per le ferrovie, sia per i collegamenti aerei. Ecco in nostri consigli in caso di sciopero.


Consigli importanti
Il giorno precedente il volo, è consigliabile informarsi sui siti web delle corrispondenti compagnie aeree, così pure tramite i mezzi di comunicazione, per conoscere le conseguenze dirette causate dallo sciopero sui collegamenti e sui voli. Molte compagnie, in caso di sciopero, informano direttamente i passeggeri per e-mail o SMS. Le informazioni sulle cancellazioni dei voli o sui ritardi sono pubblicate anche sui siti degli aeroporti interessati.

In caso di cancellazione del volo, contattare la compagnia (tramite il numero verde, e-mail o telefono), per ottenere tutte le informazioni sull'evoluzione della situazione.

Non prenotate un volo sostitutivo di propria iniziativa. I costi supplementari tra il biglietto originale e il nuovo biglietto devono essere presi a carico dalla compagnia aerea.


Obblighi della compagnia, i diritti dei passeggeri
Le compagnie aeree sono obbligate a portare i loro clienti a destinazione. In caso di soppressione del volo per sciopero, la compagnia aerea interessata deve proporre delle soluzioni alternative o, se non possibili, il rimborso del prezzo del biglietto.

Per i voli internazionali, le compagnie hanno la possibilità di indirizzare i clienti su altri aeroporti e accompagnarli in autobus o in treno.

Se i viaggiatori sono costretti a trascorrere una o più notti sul posto a causa della cancellazione del volo, la compagnia aerea deve assumersi le spese d’albergo e le spese di trasferta.

Se la compagnia non è in grado di organizzare un mezzo di trasporto alternativo, il cliente è autorizzato a chiedere il rimborso del biglietto. Ciò è possibile anche in caso di ritardo superiore a 5 ore. La richiesta di rimborso deve essere fatta, in ogni caso, per iscritto.

Il cliente non può rivendicare diritti d’indennizzo o di rimborso per mancati incontri d’affari.

Se il volo viene annullato, il cliente ha diritto di rivendicare un indennizzo variabile: CHF 250 per voli fino a 1.500 km.; CHF 400 per i voli tra 1500 e 3500 km.; CHF 600 per i voli per più di 3000 km.


Cosa succede in caso di un viaggio organizzato?
Se il volo faceva parte di un viaggio organizzato, si pone il problema se l'organizzatore ha soddisfatto i suoi obblighi. Se i viaggiatori perdono ad esempio due giorni nell'aeroporto, invece di godersi il loro soggiorno balneare, possono ottenere una riduzione sul costo del viaggio. Se si tratta di un breve soggiorno, è ipotizzabile chiedere l’annullamento, senza spese, o il rimborso del viaggio. Un rimborso compensativo per i giorni di riposo, tuttavia, non è possibile.


Sciopero delle ferrovie francesi
I clienti interessati dallo sciopero hanno la possibilità di farsi rimborsare gratuitamente tutti i biglietti TVG Lyria. Questo vale anche per i biglietti di Lyria che non sarebbero altrimenti rimborsabili. In caso di sostituzione non è garantito che venga emesso un biglietto allo stesso prezzo. In caso di differenza di prezzo tra il biglietto originale e quello nuovo, tale differenza sarà a carico del viaggiatore. Informazioni sul sito del FFS.


Libretto ETI
I viaggiatori in possesso di un Libretto ETI che sono toccati direttamente da uno di questi scioperi possono contattare in ogni momento la nostra hotline al numero +41 58 827 22 20. Le spese d'annullamento o le spese supplementari, secondo le condizioni generali del Libretto ETI, sono coperte in modo sussidiario alle prestazioni delle compagnie di trasporto.

Offerte del TCS

Reti sociali
Newsletter
Apps
Rivista Touring