Come evitare di avere il mal di viaggio in automobile

Il mal di viaggio può rovinare l’inizio delle vacanze.


Il mal di viaggio avviene quando l’organo dell’equilibrio invia dei segnali che il cervello non riesce a capire.  

Chi guida non ha la nausea

A chi guida la nausea non viene. Ciò è dovuto al fatto che guidando si dirige lo sguardo verso la strada davanti a sé e si vede ogni curva con i propri occhi, prima di affrontarla. Il cervello quindi sa che il corpo sta per essere spinto verso la curva e può categorizzare il segnale in maniera appropriata. Se siete inclini a soffrire di nausea da viaggio, è meglio sedersi di fianco all’autista e guardare in avanti, o meglio ancora guidare voi stessi.

Il mal di viaggio è più frequente nei bambini

I bambini sono i soggetti più colpiti dalla nausea in automobile, che può essere molto fastidiosa, sia in strade con curve che senza. Per prevenirla si consiglia di non viaggiare a stomaco pieno. Durante il viaggio i bambini non dovrebbero né leggere né giocare ai videogiochi, poiché entrambe le attività provocano stimoli visivi discrepanti.

Rimedi per il mal d'auto

Può aiutare indossare un bracciale antinausea, disponibile in farmacia, fatto in materiale elastico. Questo tipo di bracciale contiene una sfera che esercita pressione contro un punto vicino al polso, secondo il principio dell’agopuntura. Esistono pure farmaci idonei a combattere i sintomi, prima di assumerli sarebbe però meglio farsi consigliare da un medico, poiché alcuni di essi sono disponibili solo su ricetta. Per evitare nausee, si consiglia pure di areare e fare pause regolarmente. È inoltre importante che chi guida faccia le curve con riguardo dei passeggeri.


Non utilizzate queste informazioni come base assoluta per le decisioni sulla salute. In caso di problemi alla salute consultate il vostro medico o farmacista. Navigare su internet non sostituisce la consultazione medica.

Per considerazioni e input, potete contattarci per Email: mdtcsch

Inselspital

Questo articolo è stato realizzato con la collaborazione del Prof. Dr. med. Aristomenis Exadaktylos, primario e direttore dell’Universitäres Notfallzentrum Inselspital (Universitätsspital di Berna).

www.insel.ch

Condividere
durckenE-MailFacebookGoogle +Twitter

Potrebbe interessarvi anche

Offerte del TCS

Newsletter
Reti sociali
Rivista Touring
Nuovi prodotti & giubilei
 
Si prega di pazientare un attimo
Stiamo ottimizzando il nostro sito, ciò che può comportare tempi di caricamento più lunghi.