Golf Cabriolet

Per le quattro stagioni

La 4a generazione della Golf Cabrio propone un tetto ben isolato e apribile rapidamente, un motore potente e un look accattivante. Test della VW Golf Cabrio 1.4 TSI.

La nuova Golf Cabrio non è veloce soltanto sulla strada: anche il tettuccio in tela si apre in soli 9 secondi.

Chi pensa che una decapottabile con il tetto in tela sia indicata soltanto in estate, è smentito dalla nuova Golf Cabrio di quarta generazione. Due le cose che balzano subito all’occhio: da un lato un tetto in stoffa così ben fatto, che è idoneo per tutte le stagioni. Abbiamo provato la Golf Cabrio sotto zero e per quanto riguarda il riscaldamento dell’abitacolo, non abbiamo incontrato alcuno svantaggio rispetto ad una decappottabile con il tettuccio rigido. D’altro canto la Golf Cabrio con il tetto in tela non può più essere paragonata scherzosamente ad un cestino della merenda, essendo il rollbar dell’ultimo modello praticamente invisibile. La protezione contro l’eventuale rovesciamento della vettura è infatti nascosta e fuoriesce in frazioni di secondo in caso di necessità.

Buona sprinter

Il motore 1.4 l benzina a doppia sovralimentazione (compressore e turbo) da 160 CV offre ottime riprese e gira elegantemente. Nella modalità sportiva del cambio DSG, la Cabrio esprime qualità da sprinter. L’assetto del telaio è ben calibrato, coprendo l’intero spettro del comfort di guida tra la comodità e la sportività, tuttavia nelle curve strette la vettura ondeggia leggermente. La Golf Cabrio del test è ottenibile per 51 950 fr., cioè che rappresenta una bella somma.

Abitacolo

Il modello del test è valorizzato dai sedili in pelle chiara e dagli inserti decorativi. Davanti lo spazio è sufficiente, comunque diventa ristretto sui sedili posteriori. Troppo piccola l’apertura di carico del vano bagagli.

Comfort

Nonostante il tetto in tela, la rumorosità è minima e durante la guida «open air» gli spifferi restano nei limiti. I sedili in pelle opzionali sono ben rifiniti e hanno una buona tenuta laterale.

Dotazione

L’equipaggiamento di base è buono, anche se regolatore di velocità, climatizzatore automatico e volante multifunzionale sono opzionali.

Prestazioni

Il motore 1.4 litri Twin Charger è potente. Le buone prestazioni di guida sono garantite anche dal cambio automatico DSG a 7 rapporti.

Sicurezza

La dotazione di sicurezza è buona; l’auto ottiene 5 stelle nel crash-test Euro NCAP. Peccato che nel prezzo non siano compresi ad esempio un sistema d’avviso per il cambio di corsia o un regolatore di velocità adattativi.

  • Testo e foto: Felix Maurhofer